Maxim a scuola insieme agli altri bimbi

Emanuela De Vecchi 21 novembre 2016 | News

Sembra di essere ritornati nell’Italia degli anni ’70 quando ai bambini con handicap veniva preclusa la possibilità di accedere alla scuola e venivano indirizzati verso le classi differenziali. E invece siamo nel 2016, in Kazakistan, dove ancora i bambini disabili fanno fatica a frequentare le classi insieme ai loro coetanei.

Esiste ancora molta superstizione, diffidenza e disinformazione tanto da pensare che la sindrome di Down possa essere una malattia contagiosa. Ma qualcosa si sta muovendo e grazie alle tante Associazioni sul territorio e a una campagna di informazione, la disabilità comincia a non essere più vista come un mostro da cui scappare.

maxim-school-news

E così finalmente anche il nostro Maxim, affetto da una patologia alla spina dorsale che lo costringe su una sedia a rotelle, ha potuto finalmente essere inserito in una scuola insieme a tutti gli altri bambini. Insieme alla gioia per questa piccola-grande vittoria, c’è la consapevolezza che il cammino è ancora lungo, che ancora tanto va fatto, che bisognerà investire molto, molto di più nella formazione di personale specializzato, nel cambiamento della mentalità comune e nel coinvolgimento di tutte le componenti sociali.

Ma c’è anche la consapevolezza che le cose stanno cambiando, e che sempre di più incontriamo persone disposte a farsi carico del proprio frammento di responsabilità. L’augurio a Maxim, è di essere il primo di una lunga, lunga serie.

school-all-together

 

Bollettino dell’Arca

Iscriviti per ricevere il bollettino mensile

Mi iscrivo! Iscrivendoti accetti l'Informativa sulla privacy
Privacy Policy

Ark’s newsletter

Subscribe to our monthly newsletter

Subscribe me! Privacy policy agreement
Privacy Policy
Cookie policy